Ciao, sono Caterina

Il mio nome è Caterina,
sono un’appassionata lettrice, e un’irrinunciabile viaggiatrice interiore.
Sono laureata in lingue e letterature straniere.

Feminas in sardo vuol dire “Donne”, e io sono sarda.
Amo profondamente questa terra e questa parola
perché racchiude in sé non solo il significato di “donna” ma anche la matrice di “femminile” nel senso più autentico.

Questo blog è nato da un’emergenza comunicativa
ed è dedicato a ogni donna sulla faccia della terra, di qualunque lingua, religione e cultura essa sia.

Ho voluto aprire la finestra e lanciare fuori gli stereotipi,
per immergermi in quel mondo timido e straordinario che non è la donna ma il femminile,
in ogni donna e in ogni uomo.

Per secoli il femminile è stato messo a rogo, si é cercato di soffocarlo,
 demonizzandone ogni aspetto,
i
nculcando terrore, vergogna e senso di colpa per il solo torto di manifestarsi.

Ancora oggi sono poche le donne che riescono a definire se stesse “streghe” senza dover rabbrividire.

Eppure le streghe erano semplici donne: contadine, esperte medichesse,
ginecologhe, erboriste, levatrici, divinatrici e guaritrici.

Erano tutto ciò che è la natura femminile quando esprime sé stessa
nella libertà, nella luce e nel buio.

“Feminas” vuole offrire degli spunti di consapevolezza, rimembrare doni e poteri del femminile
impressi e custoditi nel grande alchimista della vita che è il proprio utero.
Vuole parlare della donna, ma anche della condizione femminile,
delle ingiustizie e della quotidianità che la circonda.

Ho deciso di dedicare gli articoli della categoria tradizioni alla “tradizione femminile sarda”,
non per escludere le altre tradizioni ma perché credo che questa terra,
per cui il femminile è stato da sempre sacro,
abbia bisogno di farsi riconoscere e ascoltare da coloro che ne sono custodi.

Da ultimo la sezione “Letture” è invece una raccolta di libri che ritengo essenziali per il risveglio
della consapevolezza e della coscienza femminile,
perché lo sono stati prima di tutto per me.

Questo blog è per tutti coloro
che non hanno mai smesso di viaggiare dentro sé stessi e
che continuano a viaggiare ogni giorno
a prescindere da tutto e tutti,

libere e liberi di essere ciò che sono.